Coop dice addio all’olio di palma

Ultimamente nei talk, anche quelli politici, si parla tanto di alimentazione corretta. L’altra sera “Di Martedì” e “Ballarò” hanno affrontato addirittura lo stesso tema.

Stamattina, Agorà ha parlato dell’Olio di palma.

Io alla storia o meglio allo spot dell’olio di palma sostenibile, non credo per niente: Continua a leggere “Coop dice addio all’olio di palma”

Piccoli miracoli

Se questo è uno spazio dove parlare di cucina, allora devo parlarvi di cucina!

Ieri la cucina di casa è stata sottosopra dal mattino fino alle undici di sera. Qualcuno mi avrebbe voluta uccidere.

In principio dovevo preparare solo un pan di spagna per una torta di frutta. Il pan di spagna aveva bisogno di una crema pasticcera per essere farcito. In frigo c’era ancora della panna fresca, ho l’amido, ho un microonde bellissimo, ho le mie magnifiche bacche di vaniglia del Madagascar, i limoni del mio giardino. Ho poco tempo, devo anche cucinare il pranzo per me e i miei, perdonatemi se ho fatto una crema pasticcera al microonde, ma se la fa Montersino, perchè io non dovrei? Continua a leggere “Piccoli miracoli”

Ercole

Chiedo scusa a quei pochissimi che hanno deciso di seguire questo spazio e oggi si aspettano di leggere una ricetta, magari dopo carico qualcosa, magari dopo, ora lasciatemi questo spazio bianco e lasciate che lo riempa.

Non mi importa dove finirà tutto questo, in quale spazio dell’etere, mi sento come bloccata nel mezzo di un ponte tibetano, ferma, e ho bisogno che qualcuno o qualcosa mi strappi via da li, perchè io ci sto provando o almeno credo, ma stavolta non ce la faccio.

Credo si chiami sindrome del caregiver, credo di cominciare a riconoscerne qualche segno. Continua a leggere “Ercole”

Orange is the new black

Non ho mai amato festeggiare il mio compleanno, anzi no, non è così, avrei sempre voluto una festa, piccola non per forza incasinata, un momento per dire che quell’anno appena passato era stato bello e che ad ogni modo, aveva portato a dei traguardi. Avrei sempre voluto una bella torta con delle candeline colorate per poterle spegnere esprimendo un desiderio, come fanno quasi tutti i … Continua a leggere Orange is the new black

#StreetEat l’app per chi ama lo streetfood

A Napoli abbiamo lo #strittfoodfestival (anche in edizione invernale), non si contano tutte le iniziative e le attività commerciali  che in Italia diffondono il cibo di strada. Nasce quindi l’esigenza di geolocalizzare questi piccoli ristoranti che viaggiano su quello che, per i nati sotto il Vesuvio è “O’ trerrote”. L’Apecar dei miei ricordi da bambina dispensava un buonissimo gelato al limone, con anche i pezzi della … Continua a leggere #StreetEat l’app per chi ama lo streetfood

Ciambellone alla panna

E’ ancora tiempo cantava Pino Daniele insieme ad Enzo Avitabile, si, è ancora tiempo per tornare qui, fare quello che mi piace e che mi soddisfa, è ancora tiempo per sperare che passati i 30 si possa trovare un’occupazione.

Scusate l’assenza ma se dopo la fine di un periodo di lavoro che mi aveva lasciata senza forze ed entusiasmo, qui avevo ritrovato la forza  e ho cominciato ad andare avanti, poi mi sono fermata di nuovo.  Ho sempre creduto di aver fatto le scelte giuste, ma oggi che sto per mettere alla parete una seconda pergamena di laurea, comincio a pensare di aver sbagliato tutto.

Per fortuna quando cucino mi sento la persona giusta nel posto giusto e anche se non sembra, in questi mesi ho sempre cucinato qualcosa, scoperto nuovi sapori.

Ripartiamo di nuovo, è ancora tiempo!

Ciambellone alla panna Continua a leggere “Ciambellone alla panna”

Le cose semplici

Ma voi l’avete mai scritto un post perchè a partire da una foto, i vostri amici si sprecano in apprezzamenti e richieste di ricette e indicazioni per la realizzazione? A me si, oggi, dopo pranzo. E la ricetta, se di ricetta si può parlare, non è mai stata tanto stupida e semplice, ma forse il bello è proprio questo, aver fatto qualcosa di semplice e buono … Continua a leggere Le cose semplici

La Brioche Risveglio

La settimana che oggi si conclude è stata impegnativa e stressante, in mezzo anche la mia adorata autovettura mi ha lasciato a piedi.  Spero di riuscire a resuscitarla lunedì dal meccanico ma intanto anche io ho bisogno di qualcosa che mi risvegli, lo yogurt e i cereali vanno bene tutti i giorni ma ogni tanto una coccola ci sta:-)

E’ da tempo che sono in fissa con l’idea di un lievitato da prima colazione, in frigo c’è anche una pezza di burro  già tirato che attende di essere usato per i croissant, devo solo trovare tempo e coraggio:-)

brioche risveglio

Io sono eclettica c’è poco da fare e dopo i croissant nella to do list c’è anche la brioche nanterre di Hermè, solo che poi mi sono venute in mente anche le girelle al cacao di Tania…insomma troppe idee in testa, e intanto non faccio più in tempo a rispettare i tempi di lievitazione degli impasti classici, devo trovare una soluzione.

Allora ho pensato al mattino, ad un buon cappuccino, latte e caffè, si forse ci sono, una briosche alla panna farcita al caffè e che nella forma ricordi un pò la nanterre, a modo mio sono riuscita ad ordinare il caos che avevo in testa!

brioche risveglio

Continua a leggere “La Brioche Risveglio”

Are you a “Lucky Chef”?

Se siete già sulla trentina, ricorderete che la mattina in Tv prima che rai 3 si inventasse la melevisione, c’era L’Albero Azzurro. Era così bello rimanere li a guardare Claudio, Francesca e tutti gli altri personaggi che passavano davanti casa di Dodò: un pennuto bianco a pois blu dal grande becco giallo, grande come la sua curiosità.

Dodò era un Dodo, una specie di uccello che stando a Wikipedia è ormai estinto.

A questo pennuto dichiara di essersi ispirata la Pomellato, noto marchio espressione dell’arte orafa italiana, nella creazione diversi anni fà della linea DoDo.

Non si dovrebbe mai cucinare con i gioielli indosso, ma ammetto che se avessi un’anello della Pomellato al dito,  come quelli della linea,  “Colpo di Fulmine”, “Nudo”, “Luna” o “M’ama non m’ama” con quelle fantastiche pietre colorate, tonde, eleganti e semplici, difficilmente  me ne separerei. Forse solo la paura di rovinarlo mi convincerebbe  a farlo.

Sarebbe difficile separarsi anche dal Lucky Chef, il nuovo bracciale della DoDo, perfetto per noi signorine che amiamo stare ai fornelli:-)

CE5TtvOWAAEkEQ4

Irriverente, allegro, prezioso, Lucky Chef racconta con i suoi charms la tradizione italiana in cucina.

La pasta of course, piccoli distanziatori a forma di rigatoni e tutto l’occorrente per un buon piatto di maccheroni al sugo, la pentola, lo scolapasta e i mestoli per condire e servire.

Quando si dice che la felicità è una cosa semplice e che basta un piatto di pasta per far sentire un italiano a casa:-)

E i sapori dell’infanzia, il profumo di buono? Vi site mai svegliati con la casa che profumava di ciambellone? Una fetta della ricetta classica, quella vecchia, unta e ingiallita, una bella tazza di caffelatte e la giornata poteva cominciare:-)

Oppure il budino, che a casa mia significava due cose: febbre e carnevale. Mamma lo preparava quando avevo la febbre, oppure in prossimità del carnevale, non so perchè, forse perchè all’epoca il sanguinaccio si faceva ancora con il sangue e  a noi bambini si preferiva dare un budino al cioccolato:-)

Se la linea del Luchy Chef si potesse sviluppare,  nel mio bracciale aggiungerei una frusta e un cappello da chef:-)

Da ieri fino all’8 Ottobre, potete partecipare al concorso per vincere un bracciale Lucky Chef completo di charm così composto:

Continua a leggere “Are you a “Lucky Chef”?”

Pioggia cadi su di me….è già autunno?

Mentre scrivo questo post ascoltoPioggia sul mio alfabetodi Pacifico insieme ad Ana Moura.

Le domeniche di pioggia non so voi ma mi mettono malinconia, tutto sembra diventare grigio come il cielo, anche l’umore.

La scelta del dolce di oggi inutile dirlo è stata influenzata dal tempo e dal mio stato d’animo.

Vi ho lasciato qualche giorno per andare a ritrovare un abbraccio che per quasi un anno mi è mancato come l’aria, convinta che ormai sempre per fare una citazione canora Non ci aspettiamo più ma la testardaggine in amicizia come in amore insieme all’orgoglio non portano da nessuna parte e tutto, lentamente torna ad essere “Semplice e inspiegabile”.

Allora facciamo un dolce semplice che sia caldo, pieno e dolce come quell’abbraccio che mi sono negata da tempo. Che sia come un regalo, e per questo esagerando faccia già un pò atmosfera natalizia.

Crostatine  glassate ripiene di marmellata all’arancia e crema pasticcera  

Crostatine glassate ripiene di crema all'arancia

Per 6 crostatine da 10 cm di diametro 

Continua a leggere “Pioggia cadi su di me….è già autunno?”